Appassionato, autocratico

In auto.
Autoradio accesa. |>Playback CD. 
Album: Pink Floyd, “ The Dark Side of the Moon”.
Traccia: n. 05, “The Great Gig in the Sky”.
 
Le dici: “Shhh, attenta adesso, senti che meraviglia”.
 
Ma già dopo trenta secondi
lei vuole di nuovo
PARLARE.

 
No, no e no.
Non una parola di più, abbi pietà di me. E se la canzone non ti piace – che il cielo ti perdoni! – allora concentrati sul paesaggio.
Quando sento suonare “The Great Gig in the Sky”, l’unica voce che desidero ascoltare è quella che mi sta per cantare la grandezza del cielo.
Che tu abbia un cuore di dolce Linda McCartney ricoperto da una granella di croccante Eva Green, in quel momento non m’interessa.
In quei quattro minuti e mezzo circa, Clare Torry è per me l’unica donna che abbia mai avuto le corde vocali, su questa Terra.
In quei quattro minuti e mezzo, Richard Wright è l’unico uomo che anche tu dovresti conoscere, e amare assieme a me.

(poco prima che Rick Wright se ne andasse)

Annunci

3 thoughts on “Appassionato, autocratico

Non è detto che ti risponda

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...