Che ora è

È ora di diventare grandi
ah no, scherzavo.
Allora è solo ora di scherzare
menomale.
 
Uno scemo, ma certo
però proprio ora
è ora di cominciare a vivere
con le guance più larghe
e con gli occhi più stretti
ed è ora di fingere
di essere un po’ meno tristi
o magari di esserlo
e di scrivere
post meno lunghi
uhm, forse.
Vediamo
dove arriviamo.
Nel frattempo
è ora di rendere SYD
marmoreo e muto
ricordo d’un tempo andato
che già è l'ora di smetterla
con questo patetico modo
con questa patetica moda
beh, di andare a capo
quasi volessi far scena.
Ma cambio lo stesso riga
pazienza
tanto nessuno mi vede
che è tanto tardi, ora tranquilla
o almeno è ora di cercar la tranquillità
e di provare a non agitarsi per un nonnulla
e lasciare i pensieri contorti fuori al freddo
di cercare di non farli rientrare se bussano.
È ora quindi di andare a dormire
è ora di non scrivere più che è ora di qualcosa
è ora di non scrivere più
almeno in queste notti
quando non si ha davvero nulla da comunicare
mille parole senza dire nulla
e non si vede l’ora
di fare una qualsiasi altra cosa
che non sia scrivere una volta ancora
“è ora”
e non si vede l’ora di mascherare i deliri
dietro a testi ad effetto
poco effetto
moltissima pochezza
un po’ di scemenza
ed una certa mancanza di sonno
o forse
una scarsa dose di senno

(novembre 2005)

Annunci

One thought on “Che ora è

Non è detto che ti risponda

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...